Un nuovo rapporto Fao

Maurizio Martina, Vice Direttore Generale della FAO, ha twittato pochi giorni fa come di seguito: “I prezzi mondiali delle materie prime alimentari scendono per il quinto mese consecutivo da agosto (-1,9% ) ma rimangono del 7,9% sopra il livello del 2021.
La produzione mondiale di cereali è diminuita di 38,9 mln di tonnellate (-1,4 %)  nel 2022″.
Possiamo considerare questa informazione la migliore introduzione al rapporto FAO ‘L’importanza dell’Ukraina e delle Federazione Russa per il mercato globale dei beni agricoli e i rischi associati alla guerra in Ukraina’, pubblicato pochi giorni fa.
Un ponderoso rapporto che aggiorna i precedenti materiali di analisi che la Fao propone nel costante monitoraggio, doveroso e preziosissimo, della situazione dei mercati agricoli e delle fornitura di beni alimentari la cui importanza, occorre sottolineare ancora una volta, per la ‘stabilità instabile’ che tutti viviamo è decisiva.
Che potete leggere qui.