Agricoltura a scuola


Prosegue l’iniziativa di Casa dell’Agricoltura verso le Scuole Medie Superiori di Milano e Comuni della Città Metropolitana.
L’iniziativa è rivolta a informare gli studenti, principalmente delle classi alte delle Scuole medie superiori – quarte e quinte – su “cos’è l’agricoltura”.
Un’iniziativa di informazione e formazione su un tema apparentemente semplice, ma in realtà molto complesso, soprattutto perché la lontananza storica e culturale degli studenti di città è ormai un fatto compiuto.
Rigenerare non solo la possibile curiosità, ma anche offrire informazioni e spunti di riflessione sulla realtà dell’agricoltura – lombarda ma collocata nel contesto europeo e internazionale – è l’obiettivo dell’iniziativa.
Lanciata a seguito del rilievo mediatico che i trattori in piazza hanno avuto nello scorso febbraio, rapidamente esauritosi, il progetto ha esordito con l’invio a tutte le scuole della città di un documento di riflessione e proposta che colloca l’iniziativa formativa nell’ambito delle libertà didattiche delle scuole, per avviare dialoghi e incontri sul tema agricolo.
L’idea è stata quella di prevedere un percorso da realizzarsi anche con la programmazione didattica del prossimo anno scolastico, e inserito come materia di educazione civica, non in ambito tecnico scientifico.
Già tre scuole hanno tuttavia risposto manifestando pieno interesse ad avviare da subito l’esperienza. Casa dell’Agricoltura ringrazia i dirigenti scolastici e i professori con cui ha interloquito e con cui sta proseguendo la preparazione degli incontri.
Le scuole sono l’Istituto Carlo Porta di Milano, l’istituto Italo Calvino di Opera e
l’istituto Barbara Melzi di Legnano.
Il lavoro preparatorio per tre iniziative entro la fine dell’anno scolastico è in corso.
L’auspicio è di realizzare iniziative utili alla didattica e alla crescita intellettuale
degli studenti nel pieno raccordo con l’attività didattica in corso, oltre che realizzare esperienze pilota che possono agevolare al meglio la prosecuzione della iniziativa.