Casa dell’Agricoltura alla Scuola dei distretti del cibo


Paolo Lassini ha rappresentato la Casa della Agricoltura al primo degli incontri della Scuola dei distretti del cibo” promossi da Fondazione Cariplo, intervenendo sul tema “I distretti del cibo e l’agricoltura metropolitana”. Si è ricordato il percorso culturale e di accompagnamento per la formazione dei 6 distretti del cibo che coprono il 15% della SAU che copre il 42% del territorio.
Il territorio agricolo metropolitano è gestito solo dallo 0,3% dei lavoratori metropolitani, fornisce beni e servizi ecosistemici irrinunciabili per l’equilibrio territoriale, con aziende innovative e multifunzionali. Tuttavia la produzione agricola, del resto non direttamente finalizzata al mercato urbano, permette un’autonomia alimentare di soli 65 giorni.
A fronte delle straordinarie risorse disponibili per il Pnrr, Psr e altre, lo sviluppo rurale metropolitano potrebbe migliorare, anche tramite i Distretti, in relazione alle Olimpiadi 2026 e agli obiettivi 2030. Lo strumento dell’Aqst Milano Metropoli Rurale potrebbe essere determinante. Tuttavia si evidenzia, proprio ora, una ridotta attenzione e un’assenza di strategia e coordinamento tra gli Enti pubblici interessati, a vario livello e ruolo, allo sviluppo rurale metropolitano.
Si auspica che la Scuola dei Distretti possa sensibilizzare e promuovere, anche da parte degli stessi distretti, la volontà di non perdere questo momento di grande opportunità e di utilizzare al meglio le grandi risorse disponibili per avere già nel medio periodo e al 2030, un radicale ed esemplare nuovo sviluppo rurale metropolitano, finalizzato ad un equilibrato rapporto città campagna.
Consulta le slide