CdA e il salone Csr


L’undicesima edizione del Salone del CSR e della innovazione sociale si è svolta  presso la sede dell’Università Bocconi di via Rontgen, con un grande successo di partecipazione sia di pubblico sia di relatori e di aziende partecipanti.
Casa dell’Agricoltura, che collabora da tempo con CSR, ha contribuito alla definizione di alcune iniziative e ha direttamente partecipato coordinando due importanti tavole rotonde: ‘Innovazione tecnologica e sostenibilità nell’agrifood‘ e ‘Politiche agricole: sostenibilità e Made in Italy‘.
La prima tavola rotonda è stata coordinata da Francesca Ossola ed è stata occasione di prestigio per un confronto fra alcune importanti aziende produttrici: da Barilla a Ferrero, da Martino Rossi a Mutti per indicare quelle di particolare notorietà.
Un confronto serrato che ha consentito di descrivere alcuni progetti importanti, quali ad esempio quelli con Save the Children, presente alla discussione.
Un confronto di merito attento in un’aula dell’Università che ha richiamato i temi della sostenibilità come le aziende lo hanno interpretato e realizzato oltre che i progetti futuri. Un brillante intervento del prof. Alex Giordano di Rural Hack, ha concluso i lavori.
Nella seconda Tavola rotonda, coordinata da Carlo Basilio Bonizzi, il tema, in qualche modo analogo, è stato rivolto a considerare l’attività di talune aziende verso la valorizzazione di produzioni italiane di qualità: pasta, ortofrutta e prodotti da forno.
Una valorizzazione che fa della sostenibilità uno strumento ed un fine che consente di valorizzare l’attività produttiva, non la vincola.
Un altrettanto brillante intervento del prof. Francesco Marangon, Università di Udine, ha concluso la discussione.